ANNA FRANK

Il Diario di Anna Frank è il racconto della vita di una ragazza ebrea di Amsterdam, costretta nel 1942 ad entrare in clandestinità insieme alla famiglia per sfuggire alle persecuzioni e ai campi di sterminio nazisti. Nel “Diario” Anna racconta la vita e le vicende di tutti i giorni, scrivendo le proprie impressioni sulle persone che vivono con lei. Questo nostro spettacolo nasce dalla consapevolezza che il racconto della vita di Anna Frank, rivissuto attraverso le pagine del suo “Diario”, sia straordinario anche perché, come dice Natalia Ginzburg: “…Cominci la lettura con l’angoscia di chi conosce già l’epilogo…” E da qui nasce la necessità, l’urgenza bruciante di raccontarlo, forse per esorcizzare quell’angoscia e fare in modo che la paura si sublimi in riflessione.

Nuova lettura di un classico della letteratura moderna, interpretato da una straordinaria esordiente. La quindicenne Ines Feliciene Cuccu, dà voce agli incubi, ai sogni e alle speranze della giovane Anna, aggrappata dal suo penoso nascondiglio ad una vita che ogni giorno di più si trasforma in una prigione senza scampo. Sono i pensieri di Anna, la sua ingenuità di bambina, il suo sguardo lucido sulla tragedia del suo tempo a gettare degli squarci di luce, dei rapidi passaggi di colore, sulle buie giornate trascorse in una casa ormai divenuta una prigione.

Un allestimento essenziale e onirico, che mescola elementi scenici tradizionali con installazioni video che animano lo spazio teatrale e interagiscono con la giovane interprete, capace di immedesimarsi a tal punto con il personaggio da rappresentarne essa stessa un’icona recitante.